Nicolò Fortis, fisioterapista con base a Milano, ha introdotto nel suo lavoro l’uso pionieristico di Vibra dal 2014.

Vibra rappresenta uno strumento rivoluzionario, sfruttandola vibrazione dell’aria per instaurare una comunicazione diretta con il sistema nervoso centrale, ottimizzando così il reclutamento motorio.

“Utilizzo Vibra in tutte le fasi terapeutiche” spiega Fortis, “dalla fase sub-acuta alla riabilitativa, in sinergia con esercizi terapeutici, sia nell’ambiente del lettino che in palestra”.

La sua esperienza copre una vasta gamma di patologie, dall’ambito post-traumatico e chirurgico all’ambito geriatrico, pediatrico e sportivo d’elite.

Parlando dell’efficacia di Vibra, Fortis sottolinea l’impatto significativo nell’ambito neurologico, soprattutto nei pazienti affetti da disturbi neurologici centrali come il Parkinson.

In ambito sportivo, l’utilizzo di Vibra si dimostra prezioso per accelerare il recupero da lesioni muscolari o articolari, evitando complicazioni che potrebbero compromettere le prestazioni degli atleti professionisti.

Confrontando Vibra con altre terapie fisiche strumentali, Fortis evidenzia la sua unicità nel comunicare direttamente con il sistema nervoso centrale, migliorando così la fase riabilitativa e la rieducazione funzionale.

Inoltre, Vibra si integra con successo con le terapie fisiche strumentali più tradizionali presenti sul mercato fisioterapico.

Questa intervista offre uno sguardo approfondito su come l’innovazione di Vibra stia trasformando il panorama della riabilitazione, offrendo soluzioni avanzate e personalizzate per una vasta gamma di condizioni fisiche.

Pubblicato il: 21 Febbraio 2024