Riabilitazione del pavimento pelvico – Prato

Loading Events

PROGRAMMA

1° giorno

8,20: REGISTRAZIONE PARTECIPANTI

8,30: Anatomia (anatomia funzionale del pavimento pelvico)

– Anatomia funzionale

– Sistemi di sostegno sospensione

10,00: Fisiopatologia delle disfunzioni pelvi-perineali

11,00: pausa caffè

11,10: QUADRI CLINICI: – Classificazione fisiopatologica dell’incontinenza urinaria. – Incontinenza urinaria non neurogena (Urge mista e stress) – Incontinenza urinaria neurogena (patologie neurologiche): Parkinson, malattie cerebro vascolari,Sclerosi multipla, Lesione midollo spinale  Incontinenza urinaria maschile post-prostatectomia  Incontinenza fecale e gas/stipsi non neurogena sindrome  Urgenza-frequenza (idiopatica)  Ritenzione urinaria post parto prolasso organi pelvici;  Gradi del prolasso; sintomatologia: cistocele, rettocele, isterocele

12,15: STRUMENTI DIAGNOSTICI:

– Esami urodinamici

– Esami urine/q-tip test

– Cistografia imaging

– Blade scanner

13,15: Pausa Pranzo

14,15: CHI È IL PAZIENTE CON DISFUNZIONI DEL PIANO PERINEALE

Disfunzioni muscolari del pavimento pelvico

Materiale e cartella di raccolta anamnesica/valutativa

Protocollo anamnesico/valutativo diario minzionale

Pad test

Il setting terapeutico

15,00: PRATICA

18,00: termine dei lavori

 

2° giorno

8,30: IL CONCETTO ATTUALE DI RIABILITAZIONE – principi di riabilitazione del pavimento pelvico

10,00: VALUTAZIONE E IMPRINTING: Strumenti, tecniche e test utilizzabili per la valutazione funzionale del pavimento pelvico – primo colloquio – presentazione al paziente con lo scopo di reclutare l’alleato fondamentale per il buon esito terapeutico –

11,00: pausa caffè

11,10: Acquisizione: strategie comportamentali  consapevolezza/gestione/automatizzazione ri-acquisizione di competenze del pavimento pelvico – isolabilità della contrazione e della gestione volontaria – pc test – valutazione posturale e dinamica respiratoria

12,15: PRATICA

13,15: Pausa pranzo

14,15: (FES, BFB, CONI VAGINALI)

TECNICHE TERAPEUTICHE/RIABILITATIVE – esercizio terapeutico (principi sostenitori del rapporto tra pavimento pelvico e visceri) – elaborazione comportamentale e training vescicale  – strumenti terapeutici

14,45: MODALITÀ DI APPROCCIO:  strategia da applicare per favorire la consapevolezza e l’apprendimento   ausili (tavole anatomiche; specchio; ecc.)  chinesiterapia: dall’isolabilità del reclutamento del pavimento pelvico al  reinserimento nello schema motorio per un automatismo garante della consolidazione e auto sostegno del mantenimento del successo terapeutico  diaframma respiratorio e perineo   inversione di comando  reclutamento muscolare addominale trasversi  gestione stimolo inibizione/minzionale tramite strategie di contrazione del pavimento pelvico

16,00: PRATICA

18,00: termine dei lavori

 

3° giorno

8,30: INQUADRAMENTO CLINICO IN PAZIENTE AFFETTO DA INCONTINENZA URINARIA – approccio non specialistico – approccio specialistico: raccomandazione di buona pratica clinica (3° International consultation on incontinence 2005 Monaco flow chart)

9,30: CHIRURGIA all’interno dell’approccio specialistico – Chirurgia dell’incontinenza DA SFORZO: Iniezione, Sling a bassa tensione colpo sospensione, Sfintere urinario artificiale

10,15: CHIRURGIA dell’incontinenza MISTA e IPERATTIVITA’ DETRUSIONALE: neuromodulazione, ingrandimento della vescica,  cateterismo ad intermittenza, terapia farmacologica.

11,00: pausa caffè

11,10: VALUTAZIONE E PROGRAMMI FISIOTERAPICI – inquadramento dell’intervento terapeutico riabilitativo – presa in carico del paziente con disfunzioni del piano perineale (lavoro in team) – cenni storici ed evoluzione della metodica riabilitativa  – necessità da parte del professionista di una accurata preparazione scientifica – evidenze scientifiche e linee guida

12,15: RIABILITAZIONE MASCHILE POST PROSTATECTOMIA:  IPOTESI DI LAVORO SPERIMENTALE

13,15: Pausa Pranzo

14,15: Riabilitazione colon-proctologica

16,00: Neovescica e terapia riabilitativa

17,00: Pratica

18,00: Termine dei lavori

 

4° giorno

8,30: IL CONTRIBUTO FISIOTERAPICO RIABILITATIVO NEL PRE-POST PARTO: TECNICHE E STRATEGIE – Valutazione modificazioni scheletrico/posturali

11,00: pausa caffè

11,10: Dolore pelvico cronico

12,00: PRATICA

13,15: Pausa Pranzo

14,15: casi clinici.

16,00: PRATICA

18,00: termine dei lavori

 

Docente

Dott.ssa Anna Benedetto
Specialista in riabilitazione del pavimento pelvico

Torna in cima